Progresso tecnologico: un affarone!

Progresso tecnologico: un affarone!

“L’essere umano grazie alla sua evoluzione tecnologica non deve più dipendere dalla natura.”

Questa è una delle frasi con cui si enfatizza e valorizza il ruolo del progresso tecnologico in quanto mezzo liberatore della condizione umana dal giogo della natura matrigna e crudele.
Però, e diavolo se c’è un però, bisognerebbe aggiungere a quella frase due piccole postille. 
La prima è che quel presunto “non dipendere dalla natura” non ci ha dato libertà, ci ha dato la dipendenza dalla tecnologia. La seconda è che comunque la tecnologia, per quanto avanzata, dipenderà sempre dalla natura.
Quindi, in pratica, facendo l’esegesi di quello slogan, la realtà è che abbiamo preso le regole del gioco chiamato vita che prima erano basate su cicli e meccanismi dettati dalla natura, biologiche, autoperfezionanti, modificando le nostre caratteristiche e necessità in base ad esse, durante il corso di millenni, e le abbiamo sostituite con delle regole create da altri esseri umani, basate su crismi utilitaristici, di convenienza economica, di velocità, di produttività, adatte ai numeri, alle macchine, non agli esseri umani, che si modificano velocemente, in contrasto con l’ambiente naturale, che ci alienano, per la cui esistenza si è costretti a schiavizzare altri esseri umani e demolire il nostro habitat… e che alla fine dipendono comunque a loro volta dai meccanismi che volevano sostituire.
Un affarone!

Ma quale scoperta?

C’è ancora chi festeggia la “scoperta dell’America”? Questa data dovrebbe rappresentare una delle pagine più tristi della storia in cui si dovrebbero commemorare le vittime di un sistema che non è mai terminato, ha solo cambiato faccia nel corso dei secoli. Ricordiamo quelle vittime, ricordiamo interi popoli considerati e spazzati via come letame. Ricordiamo i […]

Maledetto Lavoro

  “[…] La critica anarchica appare l’approdo ultimo e quello più radicale e completo, che non accetterà mai compromessi e continuerà a negare ogni tipo di società scissa in governanti e governati. Continuerà a criticare e combattere l’autoritarismo in ogni sua forma, le gerarchie, le istituzioni oppressive nemiche dell’autodeterminazione e della libertà, le disuguaglianze e […]

Ojàf, la nuova pericolosissima Sharia Islamica

Sapete bene che io sono antirazzista e per l’integrazione, però ho letto delle informazioni che mi stanno facendo riflettere parecchio su queste mie posizioni. Ho sentito che ci sono luoghi in Medio Oriente e in Africa in cui si sta diffondendo una specie di nuova Sharia: l’Ojàf, un miscuglio schifoso di leggi divine e laiche […]

Stupidi & affamati

Per affogare bisogna sapere Coraggiosamente lasciarsi andare O agitarsi senza controllo Altrimenti semplicemente si galleggia Non voglio galleggiare Da lì non si vede che una linea Tra un cielo troppo lontano Indistinto, intoccabile E un abisso imperscrutabile Nascosto dietro il diaframma Che argenteo si fa specchio Sprofondando invece Si inala il peso di questa esistenza […]

Sulla violenza di stato e l’anarchia violenta

Se parliamo del modo in cui si intendono ottenere cambiamenti sociali esistono due filosofie apparentemente opposte che però in questo specifico ambito sono legate da un filo sottile ma non invisibile e soprattutto non ignorabile. Una di queste filosofie è quella del sistema statale. Lo stato pensa di potere ottenere un miglioramento della società, intesa […]