Il cambiamento che serviva



La retorica politica e dei fan della politica in questi giorni sta assumendo dei connotati grotteschi che vanno al di là di qualsiasi narrativa orwelliana e distopica.
Destra e sinistra sono concordi a fornire il frame necessario per pilotare l’opinione pubblica. La prima navigando su un terreno che sta ufficializzando e legittimando la parte peggiore dell’italiano medio, aizzandolo e incattivendolo contro sciocchezze con stratagemmi ormai talmente collaudati che pare assurdo vedere qualcuno cascarci ancora. La seconda ribattendo a questa propaganda con le argomentazioni sbagliate, rendendosi più piccola e ridicola possibile in modo da rendere appetibile il minestrone riscaldato offerto dalla destra. Tutto questo teatrino si ripete ormai da secoli e spesso termina il suo ciclo con eventi catastrofici come dittature o guerre che riportano tutto a uno stadio iniziale dove si può ricominciare tutto da capo.

Ma parliamo nello specifico della fanta-politica che sta piovendoci addosso e che ho visto far diventare degli ultrà lobotomizzati persino coloro che di solito si mantenevano al di sopra di questo teatrino insulso.
Uno dei ultimi fatti ha visto il Ministro degli Interni Salvini recarsi in Libia per chiedere la creazione di Hotspot per i migranti, nel tentativo di diminuire gli sbarchi in Italia, cercando al contempo di minimizzare se non sfatare l’idea che in Libia ci siano dei veri e propri campi di concentramento per migranti. Standing ovation per lui visto che “finalmente qualcuno le va a cantare ai Libici.”

Peccato però che:
– I lager in Libia esistono e sono una tragedia umanitaria gigantesca confermata da una quantità tale di fonti indipendenti che è assurdo metterlo in dubbio. Il negazionismo di Salvini in questo senso ha veramente del criminale. https://goo.gl/RygdxD|https://goo.gl/DapAX1
– Gli Hotspot sono un eufemismo per non dire lager e comunque la Libia ha risposto alla richiesta di Salvini con un semplice “col cazzo!” eppure tutta l’operazione è stata venduta come l’ennesimo trionfo dell’Italia che si rialza (sulle spalle degli ultimi, forse). 
– Anche quando questa richiesta fosse andata a buon fine, stiamo parlando di fare accordi (che prevedono concessioni o pagamenti veri propri) con un governo allo scopo di trattenere e stipare esseri umani in condizioni di prigionia, schiavitù, tortura. Evidentemente la retorichina che si usa come scusa per non accogliere i migranti, cioè quella del “ma poi finiscono schiavizzati qui, poverini” oppure quella del “ma così facciamo un favore agli scafisti”, si spegne improvvisamente quando lo schiavismo e gli schiavisti esistono lo stesso ma i migranti non arrivano qui, dimostrando che quello che importa non è la loro sorte né evitare di sostenere degli schiavisti ma semplicemente che i migranti stiano fuori dalle palle, non importa come. Senza contare che Salvini ha già annunciato che ci proverà a fare la stessa richiesta al Sudan, ovvero ad Al Bashir responsabile di un genocidio nel Darfur (circa 400.000 morti), di una guerra civile (2 milioni e mezzo di profughi) e sulla cui testa pende un mandato di cattura della Corte Penale Internazionale per crimini contro l’umanità (sempre della serie “perché trattare con gli scafisti è brutto”).
La stessa identica cosa è successa con il governo Berlusconi (FI) e recentemente con Minniti (PD) che hanno drasticamente diminuito gli arrivi sulle nostre coste facendo accordi coi Libici ma non hanno fatto sparire i migranti, perché i problemi che spingono i migranti a scappare dal loro paese ovviamente restano, cambia solo il fatto che sono stati fatti accordi affinché la loro fuga disperata finisse in Libia in qualche lager o con la morte nel deserto mentre si cerca un’altra strada per fuggire o tornare da dove si è venuti. Tanto per capire appunto che il problema è bipartisan e a nessuno dei politici frega dei migranti, tanto meno a me difendere qualcuno di loro.
– Dulcis in fundo ancora ovazioni perché “adesso in Europa ci stanno tutti a sentire” e questo governo rivedrà il regolamento di Dublino, ovvero quel regolamento che individua come competente per la richiesta di asilo il paese dove un migrante sbarca, senza fare una redistribuzione, accordo che ovviamente pesava particolarmente sull’Italia visto che la maggior parte dei migranti finisce qui. Senza contare la battaglia contro le ONG che ormai sono considerate come scafisti nella testa della gente. 
Ecco, anche questa è una grossa pagliacciata. Per prima cosa nessuna ONG è stata condannata per traffico di esseri umani, per essere stata coinvolta in immigrazione clandestina o altro. Secondariamente le ONG hanno portato in salvo SOLO il 30-40% dei migranti arrivati in Italia https://goo.gl/TyqF2a. Una percentuale un po’ bassina per farli passare come i taxi del mare finanziati da cattivoni che vogliono farci invadere soprattutto considerando che la stragrande maggioranza di migranti arriva via terra, non via mare https://goo.gl/LPJU9P e se guardiamo le migrazioni mondiali, arrivano in Europa solo il 6% dei migranti https://goo.gl/S8UDkg |https://goo.gl/Z83Nn2. Davvero continua a sembrarvi realistica la favola dell’invasione dell’Europa tramite le cattive ONG?
Per quanto riguarda il regolamento di Dublino “colpa del PD-Renzi-Boldrini”, la storia è un po’ più complessa: Dublino I, quando ancora era solo una convenzione ma già aveva in sé tutte le premesse spiegate sopra, è stato firmato nel 1990 da Andreotti (DC). La ratifica però è avvenuta nel 2003 dal governo Berlusconi con i voti favorevoli della Lega. Quindi strombazzano di voler andare a cambiare una cosa che hanno contribuito a sostenere.
Ricordo inoltre che la legge attualmente in vigore sulla cosiddetta immigrazione clandestina è ancora quella della legge Bossi-Fini e il corridoio Libico della cosiddetta immigrazione clandestina marittima è divenuto tale dopo l’eliminazione del governo Gheddafi avvenuta con la guerra in Libia nel 2011 in cui ha partecipato anche l’Italia (governo Berlusconi).

Vedere questa robaccia da due soldi venire incensata come un baluardo di cambiamento contro i poteri forti è una delle cose più tragicomiche che abbia mai visto nella mia vita! Davvero non ce la fate a capire che è solo una gigantesca e bipartisan presa per il culo per farvi incazzare, manipolare, portarvi dove vogliono e il tutto a spese degli ultimi?

Comments

comments