aforismi, cioè cazzate, e un bel vaff

ho sentito dire che il mondo è dei furbi… in questo caso sono contento d’esser scemo e che il mondo non sia mio.
 
il problema dell’artista è che tende ad essere creativo e costruttivo sempre e comunque, qualsiasi cosa gli passi tra le mani, davanti agli occhi o nel culo.
 
ormai vivo d’abbagli, "concedere" sta diventando un lusso, non più un’abitudine.
 
sbaglio ad aver paura di rimanere solo: è normale. almeno quanto accorgermi d’essermi sbagliato ancora.
 
cosa c’è di più grande del dare e ricevere senza tornaconti? l’illusione di credere sia davvero così.
 
 
basta. domani forse ci sarà un verdetto. non ci penso, o meglio ci provo, ma soprattutto non mi creo false speranze, o meglio ci provo.
 
a parte questo mi spiace per tutti quelli che ne faranno le spese ma è impossibile non rivoltare tutto come un calzino, e ricominciare molte cose da capo, facendo piazza pulita (forse anche solo temporenamente)…
stavolta non me la sono cercata… quindi un bel sonoro vaffaculo di cuore a tutti!
e grazie mille!