Il Green Pass è come la patente

Potrebbe essere un'immagine raffigurante testo
 
Veramente qualcuno vuol fare il giochino di paragonare il Green Pass alla patente di guida?
Va bene, facciamolo.
La patente di guida dovrebbe servire a verificare che tu sia in grado di guidare un veicolo e non essere un pericolo per gli altri, quindi puoi circolare. Il Green Pass, allo stesso modo, dovrebbe verificare che tu non sia infetto e non sia un pericolo per gli altri, quindi puoi circolare.
Per ottenere la patente e dimostrare che sai guidare devi sostenere degli esami che verificano che tu non sia un pericolo.
Per ottenere il Green Pass puoi assumere un farmaco. Secondo l’OMS, ripeto OMS, se assumi quel farmaco puoi ancora diventare infetto ed essere infettivo per gli altri, quindi dovresti comunque seguire tutti i protocolli, come se non l’avessi assunto.
Ergo, se la patente di guida fosse davvero come il green pass, funzionerebbe così: la potresti ottenere senza sostenere alcun esame che verifichi sul serio se sai guidare una macchina e se sei un pericolo per gli altri, poi, una volta ottenuta tu pensi di poter guidare la macchina ma, in realtà, dovresti comunque evitare di guidare, come se non avessi preso la patente, perché sei un potenziale pericolo come chiunque non abbia la patente, con l’aggravante che hai pure studiato dei mesi per dare l’esame o, nel nostro caso, ti sei puppato un farmaco sperimentale.
Però in TV hanno detto che con il Green Pass si torna alla normalità e se assumo quel farmaco posso riabbracciare i mei amici, gettare la mascherina e proteggere gli altri, d’altronde che altro possiamo fare? Quindi facciamolo ‘sto Green Pass, è come una patente di guida, ripeti: “è come una patente di guida” e non dimenticare di prendere per il culo chi ha dei dubbi. Responsabilità prima di tutto. E logica. #SummerSense

Ma tu, essendo anarchico, imponi la tua visione agli altri o proponi?

Tempo fa qualcuno mi ha chiesto: “Ma tu, essendo anarchico, imponi la tua visione agli altri o proponi?” La domanda non era ironica e nemmeno provocatoria, era solo una domanda posta sinceramente per capire qualcosa di un aspetto che era percepito come alieno, se non come pericoloso e questo grazie alla propaganda di stato che […]

Grazie, eh!

Uno dei punti più problematici dei movimenti per i cambiamenti sociali radicali è la propaganda mainstream e governativa che getta fango su di loro per farli apparire come in realtà non sono. Questo è un metodo efficace, da parte del potere costituito, per far sì che da un lato questi movimenti vengano screditati e le […]

Sentenza del Tar del Lazio che boccia i protocolli AIFA di cura al Covid-19

È di ieri l’altro, 4 marzo 2021, la notizia che il Tar del Lazio ha accolto un’istanza cautelare nei confronti del Ministero della Salute e dell’Aifa (Agenzia Italiana del Farmaco), BOCCIANDO la nota dell’Aifa del 9 dicembre scorso che conteneva i “principi di gestione dei casi Covid-19 nel setting domiciliare” e in cui si stabiliva […]

Bassezza della politica o bassezza degli elettori?

Gli accadimenti politici attuali non sono la prova della bassezza della politica, ma degli elettori. Non è possibile che nella testa delle persone possa essere credibile che degli individui rappresentanti visioni politiche molto diverse e per questo sempre a scannarsi in parlamento, ora siano perfettamente d’accordo sul come procedere. Non è possibile che tutte le […]

Sulla chiusura degli account di Trump

Io sono un anarchico. Non ho problemi a definirmi un antifascista, un antirazzista e neppure a definirmi antisessista e femminista in quanto contro gli stereotipi di genere e contro il patriarcato. Posso anche dire con sicurezza che sono un libertario, anticapitalista, antistatalista e pacifista. Questo inquadra abbastanza, anche se non appieno, quale sia la mia […]

Bologna: Fu strage di stato!

Nel silenzio più assordante dei media mainstream, sono state emesse le motivazioni della sentenza, avvenuta un anno fa, della Corte d’Assise per l’ergastolo a Cavallini, uno dei NAR che ha fatto parte della strage di Bologna, agosto 1980: “Il dilemma se la strage alla stazione di Bologna sia stata una strage ‘comune’ o una strage […]