Beppe Grillo: spazzatura, topi e clandestini

Questo è un tweet ufficiale del profilo di Beppe Grillo.twForse adesso qualcuno inizierà a rendersi conto di cosa sia il fenomeno Grillo.

Non solo assistiamo alla bassezza di paragonare la spazzatura a degli esseri umani, raggiungendo il fondo di un barile ormai colmo di mezze parole dal fetore razzista e sempre giustificate da elettori e simpatizzanti, ma assistiamo anche alla correzione successiva di quanto affermato che corregge il tiro e limita il paragone ai “campi immigrati gestiti dalla mafia”(correzione avvenuta in maniera identica su tweet e sul suo blog, per dimostrare che non è stato un caso o una svista).

beppe-grillo-2
Un gioco di prestigio lessicale in diretta, tipico della politica, tipico di chi vuole accaparrarsi più voti possibile rimanendo con la faccia pulita, senza esporsi eccessivamente.

Troppo tardi, Beppe. Chi ha una morale ed un’etica, e soprattutto un sogno libertario, persone per le quali anche solo la parola clandestino non ha spazio nel suo cuore, ha ben capito chi sei e chi frequenti, e quale futuro proponi.

Temo da tempo una coalizione del 5 Stelle con Salvini e Casapound e, considerando il livello medio dell’informazione e cultura delle persone che ho attorno, la vittoria politica sarebbe tragicamente schiacciante.
Non la temo perché sarebbe una coalizione di destra mentre io sono di sinistra. Io non sono di sinistra. La temo perché sarebbe razzista, violenta, autoritaria, liberticida e oscurantista, e per essere contro queste cose non si deve essere di sinistra, basta essere umani.