vendesi

sognarmi indistinto
impotente, impaurito
sullo scaffale impolverato
dentro la gabbia grande
quella della libertà
nel facile, comodo sogno
d’incolpare chi sta fuori.