strano processo

mi nascondo un po’ dietro la consapevolezza della forza che ci vuole per riconoscersi deboli. non è molto. come sempre. quasi riesco a cavarmela, a volte, nella quotidianità. soggetto a pensieri che ritengo estranei, materialisti, assolutamente non utili e persino dannosi, fuorvianti se guardo alla vita alla mia maniera; eppure normalità per altri… come fare […]

sulla mancanza di una conoscenza storica della vita

“vuoi giocare?” chiese la vita ad un anima. “sì”. “smetti di giocare!” le disse improvvisamente la morte. “sissignore!”. si sta in bilico tra una proposta che non si può rifiutare e un ordine al quale è impossibile disubbidire. al pensiero che la vita sia tutto, il contenitore di tutto, all’esterno del quale nulla esiste se […]

volontà e cenere

dimostrami come poter credere senza sudore né preoccupazioni…non puoi, lo so. e ne sono lieto.perché mi sentirei di nuovo uno stronzo a camminare incerto e cauto, non importa quanto volenteroso, dietro a qualcuno che avanza sicuro e spavaldo, come chi tiene il vessillo di una fiera banda marciante, senza possibilità d’inciampi.non è così… siamo più […]

sogni & sermoni

distrarmi come una persona che non sente, non parla… apparentemente pericolosa.tutto ciò verso cui non c’è comunicazione risulta pericoloso o affascinante, raramente indifferente.mi sogno un po’… mi sogno migliore, forse, ed alterno questi sogni a pesanti e seri sermoni, senza però reali punizioni che suonano, perciò, un po’ da sfottò nei migliori casi, nei peggiori […]

parti del viaggio

assumo emozioni e sentimenti come medicine senza posologia, controindicazioni.cos’è che stiamo facendo? ci nascondiamo dietro due parole che non sappiamo pronunciare? o ci stiamo scoprendo nudi e perfetti in un calmo divenire.od entrambe le cose?perfetto, facile ed assonante come una rima che non si nasconde in egoistiche difficoltà… che dà senza rubare: regala e riceve […]

piccole, incomprensibili cose

così decentrato rispetto a una qualsiasi parvenza di "sofisticato", ma perfettamente inquadrato in quel banale e normale ruolo di "strano".è un po’ un vecchio gioco di specchi, vecchio quanto me… e sempre meno divertente purtroppo.è troppo difficile starmi dietro e alla fine chiederò il divorzio o, per lo meno, la divisione dei beni."tu va pure […]